29 Nov 2013

La fisica applicata all’arte della pietra

Arte in pietra No Comments

_MG_5318

Una riproduzione funzionante di un vecchio mulino ad acqua. In origine i mulini ad acqua  sono sempre stati oggetti massicci e pesanti realizzati in pietra, motori ad acqua che servivano per far muovere macine di pietra. Provate ad immaginare lo stesso elemento, con le stesse dimensioni, ma in pietra. Oltre al peso, che non è indifferente, la peculiarità di quest’opera unica è il suo essere funzionante. Quest’oggetto è a dir poco strabiliante: la precisione con la quale è stata realizzata le consente di muoversi una volta che viene lambita dal vento. Gli artigiani hanno poi lavorato sull’estetica dell’oggetto, rendendolo armonico e “leggero” nelle sue forme. Il mulino è stato installato presso uno dei centri benessere più prestigiosi della Valle d’Aosta, che ne ha apprezzato oltre alla fattura, le proprietà termali che la pietra può dare.

Mulino ad acqua assemblato e funzionante. Dorato Valmalenco (grigio) e Verde Missoni. Installato presso il centro benessere dell’Hotel Bellevue di Cogne, Valle d’Aosta.

No Responses to “La fisica applicata all’arte della pietra”

Leave a Reply